Estate e mattoni letterari – #Artigianidelleparole17

IMG_3024

In principio furono Il Signore degli Anelli, Eragon e il Ciclo dell’eredità, Le Cronache di Narnia e La saga di Terramare. Sono – di indole, ahimè – una persona confusa e scostante, ma se c’è una certezza che ho nella vita è questa: d’estate più un libro è lungo, meglio è.
Ho inconsciamente, ma fermamente, sempre creduto in quest’assunto infondato, divorando ogni luglio e agosto quei libri fantasy dal peso specifico di un piccolo rinoceronte, che adesso stanziano gaudenti nel cuore della me lettrice.

In principio fu Pipino – tutt’ora uno dei miei personaggi letterari preferiti –, e recentemente i personaggi che mi accompagnano nelle lunghe e calde ore estive provengono da tutt’altro background (tranne Westeros, dato che l’estate 2012 fu sacrificata a Jaime Lannister e i quattro libri della saga di Martin allora pubblicati), ma pur sempre abitanti di libri che, in quanto a superficie, non hanno niente da invidiare a un monolocale milanese.

Continua a leggere “Estate e mattoni letterari – #Artigianidelleparole17”