I sogni vogliono migrare

img_2580

Premessa pedante ma necessaria: tengo molto – nella vita privata come in quella affidata ai social – alla coerenza ed all’integrità. Per questo quando Edizioni Clichy mi ha proposto una collaborazione, in caso lo ritenessi opportuno, ho accettato ben volentieri.

A cuor leggero vi parlo con grande entusiasmo di un saggio che si è rivelato uno scrigno, contenitore di speranza per un mondo migliore, che al giorno d’oggi andrebbe pagata oro.

Tito Barbini e Paolo Ciampi, definiti “scrittori viaggiatori”, in questo saggio a due voci disegnano con passaggi di staffetta continui un tracciato sui muri, i confini e i drammi odierni, in un mondo così globalizzato e al contempo così diviso. Prendendo spunto dai propri viaggi e dalle proprie esperienze, creano una sorta di antidoto contro il qualunquismo e il terrore generalizzato, il populismo più becero e un razzismo sempre più dilagante. Ci si sofferma sull’etimologia delle parole, sui conflitti alla frontiera, sul dramma dell’inaccessibilità, in situazioni che nel 2017 ricordano davvero troppo quella del muro tristemente celebre per antonomasia.

Continua a leggere “I sogni vogliono migrare”

Annunci