Gli stimoli dell’internet #1

IMG_3084.JPG-02

Negli ultimi mesi ho riscoperto i benefici di una coscienziosa e costante ricerca di materiali interessanti online.
Dico la verità, mi ero un po’ arresa al tanto declamato declino del giornalismo al punto di non prendere neanche più in considerazione l’idea di comprare un quotidiano.

Il merito di un rinnovato stimolo è quasi unicamente di Minima&Moralia, una rivista culturale online con autori e temi sempre interessanti che immagino conosciate tutti.
In seconda istanza, grazie ad Annamaria Anelli ed al suo efficace intervento durante la giornata di presentazione di Langue&Parole (prometto che a breve vi spiego tutto, soprattutto l’epifania che è stata ascoltare Silvia Pareschi dal vivo), dedicato all’inefficacia di frasi fatte e cliché, mi sono resa conto di quanto siano rari i post freschi e stimolanti.

E dal momento che io ne traggo piacere, mi son detta: perché non condividerli?

American Dust è una delle ultime pubblicazioni di Minimum Fax, forse la prima di livello considerevole da quando Luca Briasco è diventato il nuovo editor di lingua straniera.
Io di Briasco già mi ero invaghita leggendo Americana, in cui consiglia con sapienza romanzi che ho amato o – scommetto – amerò. Qui rientra in cattedra raccontando divinamente la scelta di Minimum Fax, con citazioni annesse che mi hanno immediatamente convinto. 

Ho imparato da “?”, di Antonio Sgobba, saggio incentrato sull’ignoranza pubblicato da Il Saggiatore, cosa sia la Sindrome dell’Impostore, ovvero una condizione per la quale il soggetto è convinto che il proprio successo sia dovuto a fortuna, combinazioni, o sprazzi di bravura irripetibili. Si ha insomma la sensazione di essere degli impostori, di aver ingannato tutti e di essere sull’orlo dell’essere tragicamente scoperti per gli ignoranti che si pensa di essere.
Non so a voi, ma a me suona familiare. Vi consiglierei di leggere tutto direttamente da Sgobba, ma nel mentre la BBC News spiega chiaramente cosa si intenda, e perché potrebbe essere un vantaggio sentirsi degli impostori. 

Dopo più di un decennio, Will & Grace è tornato a benedire le nostre vite. Ed il ritorno è stato bello, ma con un retrogusto amaro. Megan Garber è molto più brava di me, e spiega veramente bene cosa ci sia stato (forse) di sbagliato. 

Se a questo punto non mi avete già visto – su canali vari ed eventuali – esprimere il mio amore per Federica, vuol dire che ci conosciamo da poco.
Federica gestisce quello che è uno dei miei canali preferiti su Youtube; è una ragazza preparata, immensamente dolce e dai gusti unici e vastissimi.
Tra le decine e decine di video da lei studiati e filmati che adoro– con quell’attenzione estetica che mi fa sentire a casa – c’è questo: un racconto di puro intrattenimento su come sia nato uno dei più grandi classici ottocenteschi.

Questo non è un articolo piacevole. Farrow racconta con precisione e abbondanza di dettagli cosa stia succedendo in America ad uno dei più grandi magnati di Hollywood, accusato da almeno otto donne (attrici e modelle, tra cui Asia Argento) di violenza sessuale.
Il giornalista è chiaramente preparato ed ha parlato personalmente con le vittime, citando direttamente le loro interviste. E’  un pugno nello stomaco, di quelli necessari. 

Qual è il bello di questo nuovo “format”?

Che adesso, se vi va, ne parliamo assieme e mi consigliate voi qualche articolo bellissimo.

Ps. ho attivato l’affiliazione ad Amazon, perciò la solita manfrina: se comprate dei libri attraverso i miei link mi verrà riservata una percentuale del costo per alimentare il già preesistente problema dell’accumulo di libri.

 

Annunci

Autore: Celeste

Firenze, 24 anni, laurea in Storia. Mia madre mi chiama "il genio della casa", ed io ne vado fiera anche se in casa siamo 2 (e un cane).

2 thoughts on “Gli stimoli dell’internet #1”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...